Un buon riposo per mamma e futuro bambino

I cambiamenti che avvengono nel corpo della donna durante la gravidanza sono molteplici, e alcuni danno origine a malesseri di vario genere. Tra i fastidi più frequenti durante la gravidanza c’è l’insonnia, che può essere dovuta a fattori sia fisici che emotivi. La gravidanza va vissuta con serenità e pacatezza, assecondando i ritmi e i bisogni del corpo che sta cambiando. Continua a leggere per scoprire quali sono gli accorgimenti utili per migliorare la qualità del tuo riposo in questo periodo così intenso e delicato della tua vita.

Soprattutto nel primo trimestre di gravidanza, lo stress dato dalla routine quotidiana e gli sbalzi ormonali incidono molto sulla qualità del sonno. I dubbi e le preoccupazioni sono normali in questo periodo, l’importante è avere il supporto necessario a gestire la propria emotività: la famiglia innanzitutto, e, se occorre, l’aiuto di un professionista. Allo stesso modo far combaciare i propri impegni quotidiani con la lunga lista di cose da fare in vista dell’arrivo del bebè può mettere in difficoltà la futura mamma: il segreto sta nell’organizzare al meglio il proprio tempo, e imparare a dire no quando gli impegni diventano insostenibili. Per ridurre il più possibile i fattori di stress è utile limitare l’uso di caffeina, fare brevi passeggiate e magari un bagno caldo prima di dormire, oppure farsi consigliare dal ginecologo sui rimedi naturali, come i fiori di Bach.

Dal secondo trimestre, anche i cambiamenti fisici in atto nel corpo durante la gravidanza interferiscono con il riposo notturno. La crescita del pancione, prima fra tutti, può rendere faticoso trovare la giusta posizione per dormire. Gli esperti consigliano di dormire sul fianco sinistro, dal momento che in questa posizione lo stomaco tende a spostarsi in una posizione che facilita lo svuotamento gastrico mitigando la nausea e il bruciore di stomaco. Ad ogni modo, una dieta bilanciata ricca di cereali integrali, frutta, verdura, pesce e olio d’oliva, unita a una leggera attività fisica, aiuta la digestione e previene certi disturbi. 

Nell’ultimo trimestre, infine, il fastidio più comune è il bisogno di alzarsi continuamente per andare in bagno, visto che la pancia comprime sempre di più la vescica. Il doversi alzare spesso e ripetutamente ogni notte disturba la tranquillità del sonno, quindi gli esperti consigliano di fare brevi pisolini durante la giornata, ma non dopo le 16, altrimenti si rischia di scombussolare ulteriormente il già precario ritmo naturale sonno-veglia. Inoltre, per mitigare il mal di schiena, crampi, formicolio e altri fastidi dovuti a una cattiva postura, è utile dotarsi di materassi memory in gravidanza e di appositi cuscini che sostengano la schiena e da tenere tra le gambe per mantenere la posizione ed evitare che il pancione faccia pressione sulle gambe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *