Bioedilizia: quali sono i materiali ecologici più usati

Negli ultimi anni si parla tanto di bioedilizia e di case costruire con questa nuova metodologia.

Per prima cosa dovete sapere che la bioedilizia è quella branchia dell’architettura che realizza abitazioni con il minimo impatto sull’ecosistema, quindi in armonia con il benessere della persona e dell’ambiente.

Ma come si progetta e si realizza una casa in bioedilizia? Si può vivere in una casa completamente “ecologica”? Soprattutto, quali sono i materiali ecologici più usati?

Materiali usati in bioedilizia: il cemento ecologico

Dovete sapere che una casa con materiali ecologici, abbassa notevolmente il costo del riscaldamento interno e quindi ha un basso impatto sull’ambiente. Di conseguenza, in quell’abitazione, si vive meglio!

Come si realizzano i materiali ecologici? Ecco una delle principali novità dal mondo della bioedilizia; si tratta del cemento ecologico, generato dalle ceneri vulcaniche.

Quali sono i vantaggi di questo utilizzo? Il principale vantaggio sta nel fatto che la cenere vulcanica è ampiamente disponibile in natura e quindi un materiale di scarto e insieme all’acqua può essere composto per creare il cemento.

Un altro vantaggio dell’utilizzo di ceneri vulcaniche per realizzare cemento sta nel fatto che esse vengono formate già ad alte temperature e quindi non necessitano di grande consumo di energia per la loro lavorazione, a differenza del normale cemento.

Altri materiali ecologici in bioedilizia

Oltre al cemento ecologico, quali sono gli altri materiali usati per costruire i bioedilizia?

  1. Sicuramente il legno, è fra i materiali ampiamente usati per realizzare case e ville “green”. Il legno possiede una serie di caratteristiche adatte allo scopo: è rinnovabile, riciclabile e biodisponibile. Oltre a creare ambienti di vita caldi ed accoglienti, il legno è anche un ottimo isolante termico e acustico e molto resistente all’usura.

  2. Il sughero, altamente ecologico e senza nessun impatto sull’ambiente anche perché una volta prelevato, la corteccia dell’albero da sughero si rigenera automaticamente, quindi abbiamo una disponibilità illimitata. Inoltre il sughero è atossico, traspirante e anallergico, quindi in casa con pannelli in sughero vi garantisce il massimo benessere.

  3. Fibra di cellulosa, si tratta di un materiale ottenuto dalla lavorazione della carta; è ottimo come isolante acustico ed è riciclabile.

  4. Fibra di cocco, impiegata in bioedilizia per realizzare l’interno delle pareti; è un ottimo isolante e soprattutto previene l’attacco delle muffe e degli insetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *